SCANDEREBECH ASTENSIONE SU DELIBERA FILIERA AMIAT COLLEGATA TRM – VICESINDACO SI DIMETTA

COMUNICATO STAMPA

FLI: ASTENSIONE SU FILIERA AMIAT – DEALESSANDRI SI DIMETTA

Dichiara Federica Scanderebech Fli: “Finalmente arriva in aula consiliare la delibera sulle modifiche dello statuto AMIAT a cui si sono collegate anche le modifiche statutarie di TRM.
L’idea di collegare Amiat al trattamento dei rifiuti metropolitani e’ ottima per celare il disastro in cui si ritrova l’azienda Amiat che nessuno si comprerebbe senza questo artificio.
Infatti, mentre TRM può garantire un reale introito poiché ogni 421mila tonnellate all’ora fa guadagnare circa due euro a chi la detiene (e questo introito non può essere inferiore), invece Amiat non garantisce nessun introito anzi le sue quote hanno un valore nettamente inferiore rispetto a quelle del TRM e questo a causa della nefanda operazione della chiusura di Basse di Stura che avrebbe ancora potuto attrarre il conferimento di una parte consistente di rifiuti evitando di aumentare la Tarsu del 4%”.

Continua Scanderebech Fli:”Il voto di Futuro e Libertà sarà di astensione, perché capiamo lo sforzo nel condurre l’operazione che dovrebbe farci rientrare nel patto di stabilità, ma andavano svolte attività più importanti di riorganizzazione globale del servizio di Amiat. Infatti, e’ inconcepibile pensare che siano gli operatori ecologici a non garantire un servizio abbastanza efficiente, tanto da doverli monitorare con microcip, piuttosto andavano rivisti i piani di mobilità dei medesimi, per il servizio raccolta plastica contenitori con auto compattatore, operatore unico , non è pensabile percorrere 62km in città con sede gerbido, ciò potrebbe essere ad esempio evitato se si disponesse un posteggio di questi mezzi in Torino. Dove c’è il servizio porta porta integrato all’interno dei cortili dei condomini spesso i rifiuti sono per terra con i contenitori pieni, questo accade anche dove non c’è il servizio del porta porta integrato nelle vie della Città,
Insomma, per migliorare l’azienda Amiat poteva essere fatto molto di più e grandi sono le preoccupazioni che si verifichi interesse per l’acquisto di TRM e non di Amiat, di cui circa duemila dipendenti hanno un futuro non chiaro e molto incerto. Per questo motivo il gruppo di FLI ha presentato e depositato un’interpellanza per monitorare anche il futuro dei dipendenti Amiat”.

Conclude il Capogruppo Fli: “Mi pare che la maggioranza esista solo sulla carta, quando poi emergono questioni di notevole importanza (come la vendita delle ex municipalizzate) emergono enormi divisioni al suo interno, emblematico è il pesantissimo discorso di Michele Curto. Questa maggioranza è brava a nascondere la verità: il Comune di Torino e di Genova sono soci di maggioranza di Iren, e dopo aver consegnato la loro partecipazione nelle mani della Holding, finanziaria per lo sviluppo di utilities, si trovano con la stessa società veicolo che le ha in carico per oltre 600 milioni in meno rispetto ai valori in borsa (leggetevi l’articolo il sole 24 ore del 11 aprile scorso). Non è stato da responsabili, Assessore Tom Deallessandri, non concedere la proroga nel 2009 alla discarica basse di stura, dato che era previsto il conferimento dei rifiuti fino al 2015 e come sappiamo tale discarica non è ancora satura. Sono molto preoccupata su come si possa salvaguardare il lavoro dei 2000 dipendenti dell’AMIAT, e Lei che proviene da una esperienza sindacale (segretario regionale cils metalmeccanici), dovrebbe spendersi il più possibile per garantire un giusto futuro a questi onesti dipendeti oppure la invito fare un passo indietro e a rassegnare le proprie dimissioni”.

CAPOGRUPPO FLI
FEDERICA SCANDEREBECH

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...